Self Titled EP

by SHAMELESS

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.
    Purchasable with gift card

      name your price

     

1.
01:21
Senti una voce gridare da dentro, il tuo desiderio, reale dissenso un incubo atroce, un vero tormento, attacca aggredisci senza alcun lamento L'indole libera della tua mente spezzerà il cappio del loro presente Senti una voce, falla uscire fuori falla bruciare finché non muori, non rinunciare alle tue passioni non ti abbassare alle loro pressioni A VOICE: You hear a voice screaming from within it’s your desire of real dissent an atrocious nightmare, a real agony Kick and fight without any complaints The free nature of your mind breaks the noose of their present You’re hearing a voice, let it go out let it burn until you die Don’t give up on your passions Don’t give in to their pressures
2.
02:41
Nei tuoi occhi spenti c'è il rispetto per te stesso ti arrendi ogni giorno alla tristezza che ti assale vivi in un sonno da cui non ti puoi svegliare vivi in un sogno in cui non puoi vedere Tu sei la vittima, nutrendo ogni giorno il nemico in te stesso! Tu sei la vittima, riprendi la tua vita e libera te stesso! Non trovi più le forze per riprendere te stesso, non chiudere i tuoi occhi, riprendi a lottare. HERO: There’s your self respect in your empty eyes You give up everyday on the sadness which assaults you You live in a sleep where you can’t wake up You live in a dream where you can’t see You are the victim, feeding everyday the enemy inside you You are the victim, take back your life and free yourself You don’t find the will to pick yourself up Don’t close your eyes, begin to fight, again
3.
01:57
Quando la vita ti ha dato le spalle, sei rimasto solo, sei rimasto solo. Fermo a cullarti in un tempo distratto, sei rimasto solo, sei rimasto solo. Resti col vuoto nel petto a guardare una foto ingiallita, che parla della vostra storia, e desideri un nuovo dolore Dimentica il nome, dimentica il tempo, intriso di false speranze. Sei morto e rinato già fin troppe volte l'ansia e il tormento ritorna. Rimane il peso delle decisioni, prese col buio di un gelido inverno le prospettive che stai rincorrendo sono il ricordo di un sole ormai spento solo il ricordo del tuo fallimento. Resta il rimorso per te! COME BACK: When life gave up on you, you are on your own Motionless, cradling in an absent time, you are all alone You remain within the emptiness gazing into a faded picture That speaks about your story, and you’re wishing a renewed pain forget the name, forget the time, drenched with false hopes you died and reborn too many times, anxiety and torment come back. Remains the weight of decisions, taken in the darkness of a glacial winter, the prospects you are chasing, memories of an extinguished sun, just the memory of your failure. Remains the remorse for you!
4.
01:47
Lotta interiore coi mali che alberghi, rabbia e furore, bestemmie per questa realtà semi di odio che lasci per strada coi frutti raccolti rifiuti la normalità Sepolto vivo in gabbie di chiese e caserme costretto alla vita, costretto a strisciar come un verme questa esistenza non da spazio alle mie passioni, mi offre solo oscurità. Lo schiaffo del tempo trascorso in silenzio ti sprona a rialzarti, a fare qualcosa per te ciò che ti circonda è nulla di buono catene e soprusi distruggili dentro di te. SEEDS OF HATE: Inner struggle with evils you’re containing, rage and furor, damnation for this reality seeds of hate you drop on your way with the fruits you gather refuse commonness Buried alive in cages of churches and barracks bound to life, constricted to crawl like a maggot this existence has no rooms for my passions it offers me only obscurity the slap of time elapsed in silence drives you to pick up yourself, to do something for yourself everything surrounding you is no good chains and abuses destroy them inside you.
5.
02:05
Ricordi sbiaditi, emozioni distanti, momenti perduti a riflettere e guardarmi dentro. Pensieri e parole colpiscono il cuore, dei giorni di gloria conservi l'odore, quelle ferite che bruciano dentro di luci spezzate nell'ombra. Oggi non sei cambiato, non hai dimenticato: inseguire il tempo con piccoli passi, ritorno di amori e persone lontane, quelle ferite che bruciano dentro di luce ora infranta nell'ombra di luce spezzata nell'ombra. YESTERDAY: Faded memories, distant emotions, lost moments to think over and look inside me thoughts and words strike the heart, you still keep the smell of those glory days, those wounds burning inside of shattered lights in the shadow. Today you didn’t change, you didn’t forget: chasing time with little steps, the return of faraway loves and people, those wounds burning inside of light, now shattered in the shadow, of shattered lights in the shadow.
6.
Sono rimasto per anni nel buio intento a dar vita al mio lato oscuro, un grido interiore di esasperazione scorre il mio tempo in un cieco furore. Senza vergogna, senza ritegno, non ho vergogna di quel che ho dentro. Riprendersi tutto, rinunciare al peggio, mi nutro di odio, amore e dissenso selvaggio rinasco ma resta il disagio come una fenice col cuore in ostaggio. Senza vergogna, senza ritegno, non ho vergogna di ciò che sento. SHAMELESS: I’ve stayed for years in the darkness giving life to my darkest part, an inner scream of exasperation my time is flowing in a blind fury. Shameless, with no restraint, I’ve got no shame of what’s inside me. Retake everything, renounce the worst, I’m fed with hate, love and dissent, wild I’m reborn but discomfort remains like a phoenix with its heart as hostage. Shameless, with no consideration, I’ve got no shame of what I feel like.

credits

released May 1, 2015

license

all rights reserved

tags

about

Porrozine Messina, Italy

Fanzine ed etichetta DIY dal 1992

contact / help

Contact Porrozine

Streaming and
Download help

Report this album or account

If you like Self Titled EP, you may also like: